Teatro

Ho scritto tanto per il teatro, poco ho rappresentato, solo il “Terzo buco” anzi.
Cedo i diritti di rappresentazione delle mie opere a chi oserà. In cambio della citazioene e di un “grazie”.

1 – La giostra dei matrimoni
genere (commedia), numero di atti (1), numero di personaggi 10 (M 9 e F 1).  In un prossimo futuro le persone non sapranno più sopportare la normalità delle proprie vite e degli eventi che le guarniscono. Quello che avviene nei reality show, in televisione, è troppo più bello: perché accontentarsi? Perché non andare nel Luna Park del signor X, nel quale le giostre consentono di vivere momenti irripetibili (matrimoni, corteggiamenti, morti, persino)? Tutto sarebbe perfetto. Ma se poi le giostre dovessero, improvvisamente, rompersi, cosa accadrebbe? Si riuscirebbe a farne senza?

2 - Quadri
genere (dramma), numero di atti (1), numero di personaggi 5 (M 4 e F 1). Le aspettative familiari: assecondarle o fuggirle.

3 - La pallina bianca
genere (dramma), numero di atti (2), numero di personaggi 5 (5 M). Un commesso di cinquanta anni è dietro un bancone di un negozio di ferramenta. Tre clienti a turno entrano nel negozio, sottoponendo al commesso le loro difficoltà nella soluzione di un problema idraulico: una goccia fuoriesce dal bagno di uno di loro macchiando l’intonaco di un altro di loro. Il terzo è l’idraulico del condominio. In un letto un uomo è sdraiato. E’ il fratello depresso del commesso. Odia il mondo e il fratello sano e metodico.  E’ bandito un concorso a premi per far uscire l’uomo dalla depressione. Chi darà il suggerimento risolutivo vincerà una fornitura di vitarelle.
I clienti si alternano nel dare soluzioni. Il depresso ascolta malvolentieri i suggerimenti. Si può uscire dalla depressione grazie a una pallina bianca?

4 - Il gladiasorcio
genere (commedia), numero di atti (1), numero di personaggi 4 (M 3 e F 1). Il gladiasorcio, leggendario personaggio degli ospedali romani.

5a - La parasanta (monologo)
genere (dramma), numero di atti (3), numero di personaggi 1 (F 1).  Buona parte del monologo della donna è frutto di allucinazione e delle divagazioni reali della madre dell’autore, scomparsa nel 2013, che ha sofferto di depressione bipolare tutta la vita. Il testo trae spunto da registrazioni audio, da trascrizioni del parlato della donna durante la malattia, a casa e in un ospedale psichiatrico. Utili anche le cartelle cliniche per la ricostruzione delle cronologie.

5b - La parasanta (a due)
genere (dramma), numero di atti (1), numero di personaggi 2 (M 1 e F 1). Depressione e amore. Tentare di vivere entrambi come normalità. E’ il tentativo di un marito e di una donna, la ‘Parasanta’, sposati da 53 anni.

6a - Il terzo buco - 25 minuti
genere (commedia), numero di atti (1), numero di personaggi 1 (F 1). Una donna si aggira su un palco tra confidenze e divagazioni. E’ il ‘terzo buco’ di un uomo che appare sotto le apparenze di una scopa. Gli altri due buchi sono la moglie e un’altra amante. E’ ironica? Lamentosa? Confusa? Indecisa? Si inventa un amore o passa il tempo in assenza di altro? La risposta è difficile, anche perché la scopa non ci aiuterà in alcun modo a risolvere il dilemma.

6b - Il terzo buco – 15 minuti - versione ridotta di 6a
genere (commedia), numero di atti (1), numero di personaggi 1 (F 1)

7 - Pirimpilla – corto teatrale di Luciano Tribuzi e Giovanni Lupi
genere (commedia), numero di atti (1), numero di personaggi 2 (M 1 e F 1). Una rivisitazione della favola di Capuccetto Rosso che tanto ci ha angosciato l’infanzia.

8 - Histoire d’A(ngelica)
di Luciano Tribuzi e Giovanni Lupi
genere (dramma), numero di atti (1), numero di personaggi 2 (1 M e 1 F)

9 - Spegnete i cellulari - corto
genere (commedia), numero di atti (1), numero di personaggi 1 (1 M o una F)

10 - Teatro sperimentale - corto
genere (commedia), numero di atti (1), numero di personaggi 2 (2 M)